Basses

BASES is the name of the first album of Giovanni Chirico.

Modern society is constantly evolving, so strongly and fastly that sometimes it becomes very easy to get confused and misunderstand what the fundamental principles of life are, at least for me. So you make your choices, right or wrong, good or bad, you try to determine yourself, you're happy when you reach your goal, you get angry when you can't, especially if you think it doesn't depend on you. You are happy, you are sad. You leave what could be the love of your life, you leave your stable job. You are sure of nothing.

For this reason I felt necessary to COME BACK, to come back to the BASES. The bases on which I was born as a musician and as a person. My small town, periphery of societies, uses, thoughts, not far from and not near the city. My old friends Donato and Davide, brothers for me, musicians of Bases, also from the periphery. My family, despite it was and it’s still difficult to build my social position as a “man” because of what I decided to do in my life. Music, which in the periphery still keeps a magic bond: sharing.

Then I thought that the best way for me to start being serious for my life and for my ethics was to clearly show my identity, my bases, and to play a music not just for amateurs, but especially for all the people who listen to music occasionally, for the uncle who was a DJ when he was young, for the parents who listen to the radio while traveling to visit their sons at the university in the North, for the cousin who plays football, for a nephew crazy for the video games, for your friends who like dancing in the disco. To those who are alone, to those who are curious, to those who are apathetic, to those who have no time to waste.

All this with a small peculiarity: the set up. Baritone sax, acoustic guitar, drums.

At first impression it might seem that some fundamental instruments are missing. Certainly is not missing the energy, thanks to which we made the impossible (when it seemed impossible in our area to seriously study music, to make a band). This energy pushed me to leave the engineering studies and to buy "again" a saxophone, it pushed Donato to put a town upside down just to play together, which pushed Davide to load a complete drum set on a scooter and go for rehearsals with any weather.

The real bases of music for me are not the instruments. The magic is created with the right intention and with sharing.

Good listening. Bases – credits Music by Giovanni Chirico Audio recording and mixing at Last Floor Studio, San Michele Salentino (Italy) Mastering: Francesco “Pizzetto” Guadalupi Artwork: Paolo Patino Moledo Photography: Francesco Torricelli Giovanni Chirico: baritone saxophone Donato Quarto: acoustic giutar Davide Chiarelli: drums Produced by Giovanni Chirico & Last Floor Studio
BASES è il titolo del primo album a nome di Giovanni Chirico.

La società moderna è in continua evoluzione, così forte e veloce che alcune volte diventa molto facile entrare in confusione e non capire più quali sono i princìpi fondamentali della vita, almeno per me. Quindi fai le tue scelte, giuste o sbagliate, belle o brutte, cerchi di autodeterminarti, sei felice quando raggiungi il tuo obiettivo, ti arrabbi quando non ci riesci, soprattutto se credi che non dipenda solo da te. Fai bene, sbagli, sei felice, sei triste. Lasci quello che poteva essere l’amore della tua vita, lasci il lavoro stabile. Non sei sicuro di niente.

Per questo ho trovato necessario TORNARE, tornare alle BASI. Le basi sulle quali io sono nato come musicista e come persona. Il mio piccolo paese, periferia di società, usi, pensiero, non lontano e non vicino dalla città. I miei amici di sempre Donato e Davide, fratelli per me, musicisti di Bases, anch’essi della periferia. La mia famiglia, nonostante nella quale sia stato e sia ancora adesso difficile avere la mia posizione sociale di “uomo” per via della strada che ho deciso di intraprendere. La musica, che in periferia mantiene ancora un legame magico, quello della condivisione.\

Allora ho pensato che il modo migliore per me, di cominciare a far sul serio nella vita secondo la mia etica, fosse quello di mostrare chiaramente la mia identità, le mie basi, e di suonare una musica non solo per gli amatori, ma che possa avvicinarsi soprattutto a quelli che la musica la ascoltano occasionalmente, allo zio che da giovane faceva il dj, ai genitori che ascoltano la radio durante i viaggi per andare a trovare i figli all’università al nord, al cugino che gioca a calcio, al nipote matto per i videogames, agli amici che vanno in discoteca, agli artigiani. A chi è solo, a chi è curioso, a chi è apatico, a chi non ha tempo da perdere.

Tutto ciò con una piccola particolarità: il set up.
Sax baritono, chitarra acustica, batteria.

A prima impressione potrebbe sembrare che manchino alcuni strumenti fondamentali. Di certo non manca l’energia, grazie alla quale abbiamo fatto l’impossibile quando nella nostra terra sembrava impossibile studiare seriamente musica, fare una band. Questa energia spingeva me a lasciare gli studi di ingegneria e comprare “ancora” un sassofono, spingeva Donato a mettere il mondo sottosopra pur di suonare insieme, che spingeva Davide a caricare un’intera batteria sullo scooter ed andare a fare le prove con qualsiasi condizione atmosferica.

Le basi vere della musica per me non sono gli strumenti. La magia si crea con la giusta intenzione e con la condivisione.

Buon ascolto. Bases – credits Musiche: Giovanni Chirico Registrato e mixato presso Last Floor Studio, San Michele Salentino (Br) Masterizzato da Francesco “Pizzetto” Guadalupi Artwork: Paolo Patino Moledo Foto: Francesco Torricelli Giovanni Chirico: sax baritono Donato Quarto: chitarra acustica Davide Chiarelli: batteria Prodotto da Giovanni Chirico & Last Floor Studio